CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 11/01/2021

IL PROGETTO EL ALAMEIN VA AVANTI NONOSTANTE COVID E CRISI EGIZIANA

museo sacrario classificazione
sopra: una fase di classificazione dei reperti presso il Museo del Sacrario a El Alamein, per la loro successiVa ricollocazione negli spazi riorganizzati a cura del Progetto El Alamein


PARMA- E’ di pochi giorni orsono un contatto avvenuto tra il Progetto El Alamein ed il Direttore del Sacrario in Egitto,1° Maresciallo Vestola.

Oggetto dello scambio di corrispondenza era, tra l’altro, la conferma della imminente spedizione di un ulteriore lotto di tricolore italiani da issare sui pennoni del Sacrario.
Il vento che soffia costantemente nell’area ne “consuma” rapidamente il tessuto richiedendone la frequente sostituzione. A conoscenza di ciò, il Progetto El ALAMEIN si era offerto di donarne al Sacrario , ogni anno, la scorta necessaria per poi di recuperarli una volta ammainati e farne dono in Patria, a pesonalità, Enti o Associazioni che si distinguono per il culto della memoria dei Caduti.
Il professor Bondesan ha còlto l’occasione di questo contatto per farci il “punto” sulle iniziative in corso:



PROGETTO EL ALAMEIN – RIALLESTIMENTO DELLA SALA DEI CIMELI

1) Missioni a El Alamein. Nel dicembre del 2019 mi sono recato nuovamente a El Alamein, per studiare il riallestimento, prendere ancora altre misure dei locali e studiare i cimeli che sono lì presenti. Con l’occasione abbiamo donato 12 ulteriori bandiere al Sacrario Militare. Non sono per ora previste missioni al Sacrario per il 2021, ma se necessario si potranno organizzare (Covid permettendo).

2) Sulla scorta dei dati raccolti, abbiamo preparato una prima bozza di progetto, che potrà diventare esecutiva solo quando avremo una previsione certa dei fondi sui quali fare affidamento. Abbiamo contattato diverse ditte italiane che si occupano di allestimenti museali, di multimediale e di audiovisivi. Abbiamo anche ricevuto diversi preventivi per le installazioni.


ATTIVITA’ CULTURALI UNIVERSITARIE

3) Dopo le quattro tesi di laurea sul progetto del sacrario (2017), ho assegnato un’altra tesi magistrale incentrata sul progetto di riallestimento della Sala dei Cimeli che si è conclusa in novembre di quest’anno. La laureanda è una studentessa di Storia, già laureata in Progettazione e Gestione del Turismo culturale.

4) Sono costantemente in contatto con l’Università di Sadat City (Egitto), dove opera un docente locale (che è stato nel mio Dipartimento per sei mesi come visiting professor) che si occupa della Storia del Sacrario e dei cimiteri di guerra in Africa Settentrionale e che collabora con noi.
FONDI
6) Reperimento fondi: ad oggi sono stati raccolti attraverso le donazioni 9300 euro, ai quali si aggiungono 2500 euro di avanzi dall’organizzazione del convegno di Geoscienze Militari organizzato nel 2019 con contributo della SIGGMI. A questi importi si aggiungono i proventi della vendita del Volume El Alamein (alcune migliaia di euro). Non è ancora abbastanza, ma confidiamo che nella seconda fase del progetto, quando lanceremo una nuova campagna di raccolta fondi, raggiungeremo le cifre necessarie.

7) Assieme al collega Toni Vendrame stiamo mandando in stampa un secondo volume dedicato alla logistica in Africa Settentrionale. E’ stato un lungo lavoro, durato cinque anni, che ha portato a scrivere un volume di 500 pagine, riccamente illustrato. E’ inoltre in avanzato stato di preparazione un terzo volume dedicato ai carristi che prevediamo possa essere pubblicato nel 2021. Io e l’altro autore devolveremo i diritti d’autore e i ricavi delle vendite al Progetto El Alamein. E’ difficile in questa fase prevedere gli introiti, ma confidiamo che possano essere almeno alcune migliaia di euro.
FUTURE MISSIONI
Purtroppo, sia la situazione politica egiziana e il conflitto in Libia, che l’emergenza legata al Covid, ha rallentato molte delle iniziative che avremmo voluto portare avanti a supporto del progetto e, prevedibilmente, tale situazione si protrarrà anche nei prossimi mesi.

8) Interventi straordinari al Sacrario: in occasione di alcuni lavori pianificati da Onorcaduti, si sta valutando la possibilità di un
eventuale abbinamento, dietro sopralluogo, per dare corso ad alcune attività preliminari previste dal Progetto per il rifacimento del Museo del Sacrario.

Vi terremo al corrente.

Leggi anche