CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 11/08/2020

LAPPANO (COSENZA) – PAESE NATALE DEL PARACADUTISTA MOVC ALLA MEMORIA EUGENIO NIGRO – CELEBRA SANTA GEMMA COME PATRONA

E’ stata celebrata il 6 Agosto a Lappano ,alle pendici della Sila, vicino Cosenza, il tredicesimo anniversario della morte del Caporal Maggiore paracadutista Eugenio Nigro, che lì era nato e dove ha perso la vita spegnendo un incendio che lambiva il paese, mentre era in licenza.                                                                                     Come ogni anno l’ANPDI di Cosenza ha partecipato con i Genitori di Eugenio , alla Santa Messa in suffragio.   Come ogni anno  dopo la morte di Eugenio, oltre alla vicinanza affettuosa dei Paracadutisti calabresi  sui cui possono contare anche il resto dell’anno,  è giunta puntuale la chiamata del generale in congedo Maurizio Fioravanti che ha rinnovato il suo pensiero affettuoso  di partecipazione.

LAPPANO E’ DEVOTO A SANTA GEMMA GALGANI  CHE  DAL 2014  E’  COMPATRONA 
Non tutti sanno che Lappano oltre al patrono San Giovanni Battista dal 2014  ha “adottato”  anche Santa Gemma Galgani,  perchè in quel paese risiedevano due dei miracolati  che avevano pregato la Santa , negli anni 30 , una bambina e lo zio.   Nel 2014  Santa Gemma è stata dichiarata compatrona e da quell’anno ai suoi piedi c’è un Basco Amaranto, deposto dai paracadutisti cosentini.

Il basco fu benedetto con il consenso del Vescovo, e dal 2014  l’ANPDI di Cosenza ha l’onore di portare la statua della Santa in processione  nelle vie di Lappano , ogni 16 di Maggio, giorno della Sua Ricorrenza. Siamo certi che Eugenio è lì in prima fila, nel cuore di chi porta la statua sulle spalle.                                                 Una strofa delle poesia dedicata al paese, recita:
     Lappano Lappano , Amata Lappano
                                                     Per sempre Nei nostri cuori Noi ti portiamo
                                                                         Santa Gemma Galgani
                                                                          Prodigi vi ha operato

La motivazione della medaglia d’oro concessa ad Eugenio Nigro nel Febbraio 2008 :

In licenza ordinaria presso la famiglia, in occasione di un violento incendio, si prodigava con encomiabile slancio e grande determinazione nell’arginare le fiamme che minacciavano di raggiungere alcune abitazioni, perdendo nel disperato tentativo la giovane vita. Mirabile esempio di elette virtù civiche e di generoso spirito di servizio spinti fino all’estremo sacrificio”. 14 febbraio 2008 Lappano.

Leggi anche