CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 06/01/2021

NATO- IL SEGRETARIO GENERALE : NEL 2021 SI DECIDERA’ SE CHIUDERE “RESOLUTE SUPPORT”

nella foto : il generale c.a. Nicola Zanelli, vice comandante della Missione Nato Resolute Support, al suo arrivo in dicembre ad Herat, prima di trasferirsi a Kabul, sede del comando Nato in Afganistan

BRUXELLES – Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ha ricordato che l’anno che si è appena aperto sarò “cruciale per la Nato perché dovremo decidere sulla nostra presenza in Afghanistan”, facendo riferimento alla roiunione dei ministri della difesa che si terrà il mese prossimo. Dopo l’annunciato ritiro degli americani, i contingenti Nato avranno “un fianco scoperto”. Uno di questi è il settore Ovest, a comando Italiano,base di Herat, dove , nel mese di gennaio avverrà il previsto cambio semestrale di comando. Il contingente italiano del 2021 potrebbe essere quello che dovrà predisporre , se non attuare, il piano logistico e di sicurezza per il rientro in Italia

SITUAZIONE ESPLOSIVA   IN AFGANISTAN 

i Talebani   controllano  quasi il 90% del Paese. Un dialogo  è stato aperto da alcuni mesi a Doha in Qatar. Ma trovare un accordo è difficilissimo perchè i talebani non vogliono  la attuale classe dirigente, che, secondo loro, ha tradito il popolo afgano consentendo la invasione americana.  La vecchia generazione talebana che aveva contribuito a sconfiggere i sovietici, che aveva sconfitto e cacciato dal Paese i “signori della guerra”, Dostum, Hekmatyar, Ismael Khan, Massud, non c’è più. I suoi dirigenti sono morti in battaglia.   Ashraf Ghani   ha  sia la polizia che la   magistratura corrotta ed una  pubblica amministrazione  fatiscente e collusa. Se non cederà il potere  si riaprirà una sanguinosa guerra civile  di cui  beneficierebbe di sicuro anche  ISIS.

Leggi anche

Scrivi a webmaster@congedatifolgore.com per chiedere una copia gratuita di questo testo o immagine