CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 02/12/2022

NIGER: IL 185mo RAO QUALIFICA LE FORZE SPECIALI LOCALI

​Presso Camp Aguelal in Arlit (regione di Agadez), alla presenza del Generale di Brigata Liberato Amadio, Comandante della Missione Bilaterale di Supporto in Niger (MISIN), si è svolta la cerimonia di fine corso di qualificazione operativa della durata di 4 mesi, condotto da operatori della squadra per operazioni speciali (SOTU) inserita nel gruppo (SOTG) “Victor”, alimentata da personale delle Forze Speciali dell’Esercito Italiano appartenenti al 185° Rgt. par. Ricognizione Acquisizione Obiettivi (RAO) “Folgore”.


Prima della consegna degli attestati c’è stata una dimostrazione tattica delle Forze Speciali appartenenti alla 253^ Compagnie Spéciale d’Intervention del 25° Bataillon Spéciale d’Intervention delle Forze Speciali dell’esercito nigerino, che hanno dimostrato la capacità di combattimento in ambiente urbano e rurale, di navigazione terrestre, di prevenzione e gestione di un evento IED e al trattamento di un ferito da arma da fuoco in un contesto non permissivo.
Il Comandante della MISIN, una volta terminata l’esercitazione, ha consegnato​ al vice Comandante del Comando per le Operazioni Speciali nigerine, Colonnello Harouna Karimou, e al Comandante dello Special Operations Task Group (SOTG) “Victor”, i diplomi agli operatori distintisi per merito durante il corso.


Successivamente, secondo una tradizione ormai consolidatasi all’interno del SOTG “Victor”, gli istruttori del 185° Rgt. par. RAO “Folgore” hanno consegnato l’omerale ai 115 neo Operatori Speciali quale segno distintivo della meritata qualifica acquisita, dopo il lungo e intenso periodo di addestramento, condotto in un contesto particolarmente isolato e in condizioni metereologiche proibitive.

MISIN è impiegata sotto il coordinamento e secondo le direttive impartite dal Comando Operativo di Vertice Interforze


Leggi anche