CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 08/07/2024

VERTICE NATO A WASHINGTON : INCONTRO CRUCIALE CON QUALCHE TENSIONE

Sopra il logo della Nrdc di Solbiate, che dal 1° luglio ha assunto la guida dell’Arf (Allied Reaction Force) per tre anni. Si tratta di un Corpo d’Armata comandato dal generale paracadutista di c.a. Lorenzo D’Addario

Washington- Il verttice NATO che inizierà Martedì 9 luglio si prospetta come uno tra i più delicati della sua storia, considerato il prolungarsi della guerra in Ukraina. Bisognerà concordare iniziative di deterrenza e difesa, e individuare quali strategie e procedure sono necessarie per rafforzare i le relazioni con vari Paesi.

Nel terzo anno di guerra in Ukraina , la Russia sta dimostrando di avere le risorse per una logorante guarra di posizione , con lenti progressi, logorando le truippe di Kiev.
Sio discuterà di aumentare le consegne dei Patriot e accellerare quella degli F-16, tutti previsti per la fine dell’anno.

40 miliardi di euro sono stati già stanziati per il 2025. Il presidente bulgaro Rumen Radev ha rifiutato di guidare la delegazione del suo Paese al vertice a causa dei disaccordi con la posizione di Sofia a sostegno dell’Ucraina.
Il primo ministro slovacco, Robert Fico, ha affermato di essere stato l’obiettivo di un tentativo di omicidio per la sua opposizione ad armare Kiev.


Il premier dell’Ungheria Viktor Orban potrebbe rappresentare un punto di rottura: dopo avere incontrato il presidente Volodymir Zelensky – ha esortato l’Ucraina a considerare un cessate il fuoco, poi si è recato a Mosca dove ha incontrato il presidente russo Vladimir Putin , suscitando critiche ed irritazione da parte di tutti i membri del parlamento europeo e quella di Kiev.
Se ci fosse a Novembre un ritorno di Donald Trump alla Casa Bianca, si dovrebbero considerare ulteriori fattori di instabilità.

Per disporre di una capacità di reazione rapida alle minacce per l’Europa, il 1° luglio è stata sancita l’assunzione da parte dell’Italia del ruolo di guida dell’Arf (Allied Reaction Force) per tre anni, tramite la NRDC di Solbiate. Si tratta di un Corpo d’Armata comandato dal generale paracadutista di c.a. Lorenzo D’Addario.Al Comando multinazionale l’Italia fornisce circa il 75% del personale, mentre il restante 25% è costituito da Ufficiali, Sottufficiali e soldati provenienti da altre nazioni dell’Alleanza.

Leggi anche