CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 23/10/2016

23 OTTOBRE 2016: SOLENNE CERIMONIA A PARMA PER LA RICORRENZA DI EL ALAMEIN

piazzale-pace-2016-5
foto in altpo: il Leone della Folgore Mario Guerra con il sindaco di Parma e la rappresentanza ufficiale della Aronautica Militare . Sotto: Federico Pizzarotti con i paracadutisti appena atterrati. Foto cortesia Marco Vasini

PARMA- La Sezione dell’ANPDI di Parma ha organizzato oggi , 74mo della Battaglia di El Alamein, una solenne cerimonia per celebrare i Caduti di quella Battaglia.
Presenti il SindacoFederico Pizzarotti, l’assessore Cristiano Casa, il sindaco di Eoernay ( Franci) in visita al collega italiano, Franck Leroy, i rappresentanti dei Carabinieri ,Aereonautica , Guardia di Finanza e POLIZIA municipale, i labari ANDPI di Reggio Emilia e Piacenza, la associazione Arma Aeronautica, quella dei Bersaglieri, dei Marinai  e dei Carabinieri, l’Unuci , i Combattenti e Reduci e tantissimi spettatori.

Ma il vero ospite d’onore, circondato dai “suoi” paracadutisti è stato il Leone della Folgore di El Alamein Mario Guerra,94 anni appena compiuti, che ha assistito commosso ad ogni fase delle cerimonie. Fu ferito al Fronte il 26 Ottobre 1942, rimpatriato fu successivamente inquadrato nel Raggruppamento Folgore, al sus, partecipando alle battaglie di Fillottrano e Cingoli.

Si sono lanciati: Giovanni Conforti ( DL) , Pietro Del Grano , Paolo Robuschi, Valter Amatobene e Stefano Nardoni.
La giornata uggiosa ha ritardato di circa 40 minuti il lancio sulla centralissima Piazzale della Pace.
Quota bassa ( 1000 metri) ma lancio perfetto, cui è seguito un corteo verso il Monumento ai Caduti e, alla fine, una Santa Messa celebrata nella chiesa di Santa Lucia, da don Andrea Avanzini, assai vicino ai paracadutisti, che ha celebrato in suffragio dei nostri Caduti e li ha ricordati e descritti con parole non di circostanza.
Pietro Del Grano, alla fine della Messa ha parlato delle motivazioni che spingevano i nostri a resistere: disciplina, cameratismo, protezione dei compagni di buca.Valori e comportamenti cui i paracadutisti in congedo DEVONO ispirarsi nella vita civile.

PARMA – EL ALAMEIN
I paracadutisti della locale sezione ANPDI hanno molto a che fare con El Alamein, non solo per avere -molti dei loro 100 soci- servito nella Folgore, ma perchè a Parma sono nate molte iniziative che ne celebrano i Caduti: come sede della redazione del nostro giornale , ad esempio, qui è stata pensata ed organizzata la prima staffetta degli Ideali, nel 2003, cui hanno partecipato per primi Giorgio e Fulvio Cenci, storici iscritti della Sezione. Sempre dalla stessa città sono state organizzate le Missioni del Progetto El Alamein, cui hanno partecipato diversi elementi dell’ANPDI locale. Di Parma erano tutti i componenti della prima staffetta per i Leoni della Folgore, cui ne sono seguitte altre 4, prima degli eventi egiziani che ne hanno impedito -per il momento- la prosecuzione. Parma è anche la sede della asd TEAM FOLGORE PARACADUTISI ( corsa ) e del nucleo lanci in montagna.

&nbsp