Stampa

LA STORIA DEI PARACADUTISTI E NON SOLO

MIGLIAVACCA
CAPITANO RENATO MIGLIAVACCA – UN RICORDO NEL 10° ANNIVERSARIO DELLA SUA SCOMPARSA Conobbi Renato non per merito o per censo ma per caso, il 04 Ottobre 2002 in occasione del mio Giuramento al Reggimento nelle cui fila Renato combatté l’epica battaglia di El Alamein: il 185° Rgt Artiglieria Paracadutisti “Folgore”, che nel frattempo si era trasformato nell’attuale 185° Rgt Paracadutisti Ricognizione Acquisizione Obiettivi “Folgore”. Renatino… continua a leggere
Il paracadutista Emanuele Tomasicchio, di Trani, oltre ad essere un noto avvocato di cassazione è anche uno studioso dei fatti d'arme della seconda guerra mondiale. "Missionario" della prima ora del progetto El Alamein, conosce altrettanto bene anche i fatti della Battaglia di Nikolajewka, dove gli alpini si immolarono per l'Italia. Ecco il suo ricordo di quella Battaglia .................... Il 26 gennaio 1943 si svolse a… continua a leggere
4 GENNAIO 2012 - Il mio secondo Padre, il direttore e co fondatore di questo giornale, Emilio Camozzi, paracadutista di El Alamein , radiotelegrafista nel raggruppamento Ruspoli, muore dopo avermi regalato anni di idee, cultura, affetto, iniziative, stimoli. Ecco uno scritto inedito in questa nuova versione del nostro giornale, per ricordarlo degnamente. 1946 : RIMPATRIO DOPO LA PRIGIONIA: RITORNANO I PIU' CATTIVI 24 Feb 2005… continua a leggere
di Gaetano Canetti “Fra sabbie non più deserte sono qui di presidio per l’Eternità i ragazzi della Folgore…” Ogni Paracadutista Italiano, congedato o in forza che sia, conosce la scritta ed il suo autore. Ogni Paracadutista Italiano, congedato o in forza che shttps://www.congedatifolgore.com/it/wp-admin/edit.php?post_type=pageia, porta con se’, ben ripiegata nella guaina, questa TRADIZIONE di cui si sente, di cui si vuole sentire, carne viva. Ogni Paracadutista… continua a leggere
di Carlo Sidoli Di questi giorni, verso la fine della seconda guerra mondiale, iniziò nelle Ardenne (Belgio) l’ultima grande offensiva tedesca sul fronte occidentale, quella ancora in grado di arrestare gli Alleati prima che potessero dilagare e penetrare in Germania. L’esito fu incerto, anche perché le condizioni meteo impedirono agli angloamericani di sfruttare la superiorità aerea. Tra neve, gelo e nebbia gli uomini di Eisenhower… continua a leggere
LA MITRAGLIERA DEL SOMERGIBILE SCIRE’ . Ci scrive il Signor Giulio Cozzani ex dipendente Oto Melara. Ci invia questa lettera aperta dedicata ai discendenti degli eroi del Regio Sommergibile "Scire'". Ho saputo dal Direttore responsabile della Fortezza di Santa Barbara in Pistoia, dove vi è la Mitragliera binata del Regio Sommergibile Scire, che giace purtroppo in cattive condizioni e con il pericolo che se non… continua a leggere
PISA- L’emergenza Covid (che ormai si protrae da mesi) e le normative emanate attraverso i vari dpcm, hanno costretto a rivedere tutto il programma organizzativo del 2020 per le attività del Centro Studi di Storia del Paracadutismo Militare Italiano. Dopo un confronto con la presidenza nazionale ANPd’I, il Prof. Federico Ciavattone (direttore del Centro Studi) ha individuato quelle che saranno le linee guida per i… continua a leggere
Il virus impedirà la celebrazione solenne del 78mo della Battaglia di El Alamein e anche la Staffetta degli Ideali che è diventata parte integrante della cerimonia,non sarà svolta. Vi riproponiamo l'articolo che parla della prima edizione, quella del 2003, invitando i lettori a correrla virtualmente, rileggendo l'articolo. Si deve a Congedati Folgore e ad un drappello di matti la creazione di questa splendida tradizione dei… continua a leggere
Nota del direttore di www.congedatifolgore.com Per il sessantesimo di El Alamein organizzai due pulman per prelevare, da Palermo e da Trieste, con trenta tappe e portare a Roma i 72 Leoni che Ciampi aveva invitato a El Alamein, trascurando che avevano ottanta anni e avrebbero dovuto spostarsi a propria cura ( e spese). Il Galantuomo Paracadutista Generale Francesco Merlino , saputo della iniziativa, contribuì ,… continua a leggere
Il comitato si è appena costituito e fa capo al suo ideatore, Giulio Cozzani, di La Spezia che ci ha chiesto supporto per la divulgazione. Lo scopo principale del comitato è quello di recuperare la casa del guardiacaccia, nella tenuta dei duchi Salviati e successivamente trasformarla in un Museo degli UOMINI DEI MEZZI D'ASSALTO della Marina Militare, come tutti i Memoriali Europei, arricchito di accessori… continua a leggere