CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 07/10/2017

75MO DI EL ALAMEIN: CELEBRAZIONE DELLA BATTAGLIA + FESTA = RADUNO

aw
PISA- Seimila? No, erano di più, i paracadutisti e gli accompagnatori che si sono ritrovati ieri in una Gamerra “piccola”, anche se piccola non è, ma che è diventata stretta per poche ore, dovendo contenere il fiume amaranto che ha occupato le tribune e tutti gli spazi dalla palestra fino alla porta d’onore.
Celebrare la Battaglia di El Alamein, incontrare commilitoni ed amici che si erano dati appuntamento a Pisa e stare insieme calzando il basco amaranto significa anche “voglia di raduno”. E raduno c’è stato. Aquila 1 era visibilmente soddisfatto, il Generale Bertolini pure: la vitalità e la disponibilità dei paracadutisti fanno sperare in miglioramenti di ogni tipo. Quest’anno il dopo festa ha dato il segnale che non è solamente necessario radunarsi , ma bisogna farlo sotto gli stessi colori: quelli amaranto. Per il Generale Sganga la “password” per stare insieme alla Folgore, per entrare a pieno titolo in Caserma e dialogare con i Nostri in armi, si chiama ANPDI.
L’essere un Basco Amarando è già di per sè segnale di appartenenza ad un gruppo. Non ce n’è bisogno di altri. Così la pensano i comandanti della Folgore e dell’ANPDI. Si può accedere alla nostra Caserma, alla nostra compagnia, alla nostra specialità con facilità, coordinandosi all’interno della nostra Associazione d’Arma.
Internet è diventata la sede della attività non solo elettronica di almeno 200 gruppi indipendenti che organizzano cene e pranzi insieme e in alcuni casi addirittura la inaugurazione di monumenti. Una “massa critica” che, se attivata sotto una stessa catena di comando e procedendo nella stessa direzione darebbe maggiore vigore alla presenza dei congedati nell’ANPDI.
75moserra-45