CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 03/10/2017

75mo DI EL ALAMEIN : LANCIO DELLE BANDIERE DI REGGIMENTO E DEL MEDAGLIERE ANPDI

bx8a8340-3
foto: Alfio Pellegrin

Il generale Sganga: “Il tricolore è la nostra stella polare”
La Bandiera è la grande Signora che ogni Comandante deve servire ed alla quale deve sempre ispirarsi in ogni momento in cui è richiesta una decisione.

ALTOPASCIO- Stamattina, 3 Ottobre, alle 10 un C27 Spartan della 46ma aerobrigata di Pisa ha lanciato le bandiere di Guerra di tutti i Reggimenti e il Medagliere nazionale dell’ANPDI.
Tutto è andato secondo i programmi, con una meteo collaborativa “per un pelo”, visti i nuvoloni neri in agguato.
Dal C27 si sono lanciati i comandanti di Reggimento e gli alfieri, che hanno portato, inquadrati, i Tricolore verso l’area dove li attendeva Don Vincenzo, già cappellano della Folgore, per la benedizione .
Aquila 1 , il generale di Brigata Rodolfo Sganga , dopo avere salutato tutti i presenti , ha dedicato il suo intervento al tricolore.


Oggi non poteva esserci occasione migliore che salutare le nostre Bandiere con uno splendido lancio!
Saluto la bandiera d’Istituto del Centro Addestramento di Paracadutismo, le Bandiere di Guerra dei reggimenti paracadutisti, lo Stendardo di Savoia cavalleria, la bandiera di guerra del reggimento carabinieri paracadutisti “Tuscania” ed il nostro Medagliere custodito dall’Associazione Nazionale paracadutisti d’Italia.
La Bandiera di Guerra è il simbolo della nostra storia, delle nostre tradizioni, dei nostri valori, di tutto ciò in cui crediamo.
In questo momento storico in cui i valori si modificano, qualcuno direbbe che si “modernizzano”, il Tricolore continua a darci la direzione da seguire.
La Bandiera di Guerra è l’identità del Reggimento e di ognuno di noi, è il simbolo attorno al quale stringersi e fare quadrato, per ricordarci la nostra storia e per ricordare tutti quelli che ci hanno preceduto e che fanno parte di questa storia.
La Bandiera è la grande Signora che ogni Comandante deve servire ed alla quale deve sempre ispirarsi in ogni momento in cui è richiesta una decisione.
E’ la stella polare del Comando. Questa è la ragione per cui meglio morti in combattimento che privati della propria bandiera.
Nel momento esaltante dell’aviolancio, oggi come ieri, rendiamo omaggio ai nostri valori, ai nostri uomini e alle nostre donne, alle nostre tradizioni, onorando le nostre meravigliose Bandiere di Guerra.

I PROTAGONISTI DELLA GIORNATA

bx8a8452-2