CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 10/07/2019

FILOTTRANO: SOLENNI CELEBRAZIONI PER IL 75MO DELLA BATTAGLIA – INTITOLATA UNA STRADA ALLE TRUPPE POLACCHE


ANCONA – S sono conclusi sabato scorso le numerose le iniziative organizzate dall’ANPDI di Ancona per la importante ricorrenza della battaglia, a partire dal venerdì 5 luglio con una visita sui luoghi della Battaglia ed una successiva al Museo Memoriale, con la guida esperta dello storico della Battaglia, Giovanni Santarelli, curatore del Memoriale. Sabato 6 giugno in località Taverna ,luogo dove i primi paracadutisti della NEMBO attraversarono il torrente Fiumicello iniziando così l’attacco al caposaldo di Filottrano, sono stati effettuati lanci con fune di vincolo e caduta libera da soci della sezione di Ancona e di altre sezioni consorelle; tra essi il Gen. Cardea, già comandante del 183° Nembo, il Segretario Nazionale Gen. Pollini, il Consigliere Nazionale 5^ Zona Riccardo Massili , il Presidente della sezione di Ancona Lamberto Agostinelli e il presidente della sezione di Ascoli Piceno Salvatore Organtini. Nel pomeriggio c’è stata la cCerimonia ufficiale con numerose autorità, tra le quali il Sindaco di Filottrano avv. Lauretta Giulioni, il Gen. Sganga Comandante la Brigata Paracadutisti Folgore, anche in rappresentanza del Capo di SME, il Col. Mongillo Comandante il 183° Nembo, il Presidente Nazionale Gen. Bertolini ,la Ten.Col. Katarzyna Majka, vice addetto militare presso l’Ambasciata di Polonia in Italia,il dott. Giulio Morigi figlio del Gen. Morigi, oltre a numerose autorità militari e civili della Regione. Non è mancata la Associazione Nazionale Nembo con il Segretario Nazionale Gen. Costagli. Grafitissima la presenza dei paracadutisti della UNP di Thionville e della ANPC Paracommando di Arlon ( belgio). Il picchetto del 183° rgt par Nembo ha scandito i momenti ufficiali, con lo stile ben noto di quei paracadutisti in armi.
La cerimonia è iniziata con l’intitolazione di un viale, all’interno del parco pubblico dedicato al Gen. Giorgio Morigi, intitolato alla 5^ Divisione Kresowa in memoria dei soldati polacchi che combatterono a fianco dei paracadutisti della Nembo; subito dopo c’è stata la concessione della Cittadinanza Onoraria all’ ospite d’onore il Gen. Giovanni Giostra; a Lui si deve una instancabile e competente opera divulgativa durata quaranta anni affinché la Battaglia di Filottrano avesse il giusto e doveroso riconoscimento. Numerosi gli spunti di riflessione nell’omelia tenuta dal cappellano militare della Divisione Vittorio Veneto, don Luca Giuliani, durante la messa al Campo concelebrata con Don Carlo Carbonetti Parroco di Filottrano. La serata è terminata con una serie di lanci in caduta libera ed una cena conviviale. Domenica 7 luglio a Sforzacosta (MC) c’è stata una seconda cerimonia per ricordare i 24 paracadutisti della Nembo che alla fine di giugno 1944 caddero per passare il fiume Chienti e dara il via alla azione per conquistare la Città di Macerata. Il pubboico ricorderà con emozione l’appello dei caduti, benedetti dal cappellano militare don Luca, e l’allocuzione del Sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi. Il Gen. Costagli , alla fine, ha tracciato la storia del Nembo con riferimento al periodo di impiego in Friuli Venezia Giulia alle dipendenze dalla Divisione Folgore.