CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 01/09/2017

INIZIA LA GUERRA STELLARE . PRIMO CANNONE LASER COLPISCE ALLA VELOCITA’ DELLA LUCE

Gli Stati Uniti hanno attivato un’arma laser su una nave da guerra. L’arma si chiama Laser Weapons System ed è a bordo della USS Ponce , ora nel Golfo Persico. Il sistema LaWS è in funzione dal 2014 ma solo nel 2017 ga superato una serie di test da parte della Marina militare americana. Il costi stimato è di 40 milioni di dollari. Assorbe 30 kW di potenza ed è in grado di colpire obiettivi alla velocità della luce. Le sperimentazioni hanno dato risultati oltre le attese. Alcuni droni bersaglio sono stati colpiti e annientati in alcuni millisecondi. Il laser porta il bersaglio a temperature altissime causandone la distruzione istantanea con una precisione assoluta. Le opzioni a disposizione della nuova arma sono diverse: si può decidere di distruggere un obiettivo oppure di provocare solamente qualche danno.

Per adesso l’utilizzo delle armi laser sarà limitata alla fase difensiva, cioè per respingere più minacce minacce alle proprie navi. La distruzione o il danneggiamento avvengono simultaneamente e senza mai inceppamenti, fino a quando il sistema riceve elettricità, anche a basso voltaggio.
La tecnologia laser sarà vincente nei prossimi anni e decenni. Ogni uso costa un dollaroe non ha bisogno di munizioni. La Lockheed Martin ha annunciato che presto saranno condotti test su armi laser da 60kW destinate alla flotta aerea. Saranno in grado di colpire obiettivi a 500 metri di distanza e il fascio di luce sarà invisibile agli occhi umani. Nel giro di pochi anni, secondo molti esperti la potenza a disposizione potrebbe salire fino a 300 kW. Si tratterebbe di veri e propri missili,
I test hanno dimostrato però che il fascio delle armi perde u efficacia in caso di pioggia o di cielo molto nuvoloso. Anche la Cina sta sviluppando un proprio arsenale di armi laser, incluso un dispositivo con innesco satellitare pronto entro il 2023.