CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 28/10/2017

MONZA: L’ANPDI COMPATTA RICORDA CON UNA SOLENNE CERIMONIA IL 75mo DELLA BATTAGLIA

Monza 26 ottobre 2016

Con una solenne cerimonia, la sezione di Monza dell’ Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia, ha commemorato il 75° anniversario della battaglia di El Alamein.
Più di 60 i soci presenti oltre alle rappresentanze di tutte le Associazioni d’ Arma monzesi con in testa il Nastro Azzurro , l’ ANCR e l’ UNUCI.
La S. Messa da campo è stata officiata da Frate Giampiero del Convento della Madonna delle Grazie e al termine è stata ufficialmente consegnata alla sezione una benedizione arrivata direttamente dal Vaticano a firma di Papa Francesco su carta pergamena.
Al termine della Messa, ove Frate Giampiero ha ricordato il sacrificio dei soldati italiani in Africa e dove è stato suonato il Silenzio accompagnato dalla Preghiera del Paracadutista è iniziata la commemorazione della battaglia con l’ Inno di Mameli cantato sull’ attenti da tutti i presenti.
Un primo filmato, girato negli anni settanta, ha presentato la battaglia in tutte le sue sfaccettature grazie soprattutto agli interventi di Paolo Caccia Dominioni e di altri protagonisti della battaglia tra cui anche Leandro Franchi, MOVM della Divisione “Folgore”.
Al termine un intermezzo durante il quale sono stati consegnati alcuni riconoscimenti a dei soci particolarmente meritevoli ed in particolare al Bers. Par. Claudio Ferrari al quale è stata consegnata la tessera di Socio Benemerito dell’ Associazione per gli infiniti meriti e il grande impegno da lui sempre prodotto per la sezione e per i valori che rappresenta.

Una bella sorpresa è stata la consegna della fiamma del 1° Nucleo ANPd’I di Monza fondato nel 1965 da alcuni paracadutisti tra cui il compianto Gabriele Stefanoni e donato alla sezione dal Par. Umberto Crespi presente alla serata. Un vero e proprio cimelio storico che campeggerà a fianco del labaro del 2° Nucleo rifondato nel 1985 e a quello dell’ attuale sezione.
Un secondo filmato, in cui viene presentata la lettera che Paolo Caccia Dominioni scrisse a Montgomery alcuni anni dopo la fine della guerra, ha rinnovato nei presenti quel sentimento di orgoglio misto a rabbia che suscitò quando essa venne resa pubblica.
La sezione di Monxa ha concluso la serata e salutato gli ospiti intonando “Come folgore dal cielo” e con il più classico dei “rompete le righe”.

Si è trattato di una serata ricca di valori e di emozioni che ha degnamente celebrato l’anniversario di El Alamein.
dice il Presidente Francesco Crippa: “ABBIAMO FATTO SOLO IL NOSTRO DOVERE!”