CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 11/07/2018

MUORE L’ALPINO CMS MAURIZIO GIORDANO – IN PAKISTAN PER ASCENDERE IL MONTE GASHERBRUM IV (KARAKORUM)

Era in Pakistan dal 21 giugno , per la Spedizione Militare Italiana al Gasherbrum IV dell’Esercito Italiano (Karakorum).

Il Caporal Maggiore Scelto Maurizio Giordano faceva parte del Team di 5 esperti rocciatori e alpinisti.(primo in basso a destra, fotografato insieme al suo Team).

Con la vittima ci sono Marco Farina, Marco Majori e la guida d’alta montagna Daniele Bernasconi.
Maurizio stava salendo quando è avvenuto l’incidente a quasi 7mila metri di quota. I compagni stanno cercando di riportare a valle il corpo, al campo 1. Si è mobilitata anche la macchina dei soccorsi pakistana.

La scalata del gruppo dell’Esercito, guidata da Valerio Stella, è stata organizzata per celebrare la prima salita sulla vetta del cosiddetto G-IV in occasione del sessantesimo anniversario, compiuta da un’altra spedizione italiana, quella di Walter Bonatti e Carlo Mauri.
La cima, a 7.925 metr di quotai, è una meta molto difficile: finora è stata raggiunta soltanto quattro volte ed è ritenuta di una difficoltà pari se non superiore a quella del K2. Il G-IV si trova del massiccio del Gasherbrum situato nella catena del Baltoro Muztagh, che fa parte del Karakoram.

Giordano aveva già affrontato numerose ascensioni sulle Alpi e sulle Dolomiti, evidenziando in ogni circostanza grandi capacità tecniche e professionalità.

CORDOGLIO DEL GENERALE CLAUDIO GRAZIANO PER IL TRAGICO EVENTO CHE HA COINVOLTO IL CAPORAL MAGGIORE SCELTO MAURIZIO GIORDANO

c-le-magg-sc-maurizio-giordano
Roma, 11 luglio 2018

Il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano, appresa la triste notizia del grave incidente, in cui ha perso la vita il Caporal Maggiore Scelto dell’Esercito Maurizio Giordano, ha espresso ai familiari del militare e al Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, profondo cordoglio e sentimenti di affettuosa vicinanza a nome delle Forze Armate e suo personale .

Il Graduato degli alpini, componente di una spedizione alpinistica della Sezione Militare Alta Montagna del Centro Addestramento Alpino dell’Esercito, questa mattina (alle ore 06.00 italiane circa), mentre stava tentando l’ascensione alla cima del monte Gasherbrum IV sul versante pakistano della catena del Karakorum, è precipitato da un seracco di ghiaccio e a nulla sono valsi gli immediati tentativi di soccorso da parte dei commilitoni.

La spedizione militare era iniziata lo scorso 10 giugno, nell’ambito delle attività addestrative di alta montagna che, periodicamente, sono condotte dagli atleti militari del Centro Addestramento Alpino. Della spedizione, oltre al Caporal Maggiore Scelto Maurizio Giordano, facevano parte il Maggiore Valerio Stella, il Caporal Maggiore Capo Marco Majori, già autore di importanti ascese in sud America e nell’area pakistana, il Caporal Maggiore Scelto Marco Farina, “veterano” della catena dell’Himalaya. Al team militare era stato aggregato anche il signor Daniele Bernasconi, guida alpina del CAI di Lecco di provata esperienza.

Per il Caporal Maggiore Scelto Maurizio Giordano si trattava della prima esperienza in quest’area, che ne segnava l’ingresso ufficiale nel mondo dell’alpinismo d’élite extraeuropeo, dopo aver affrontato decine e decine d’impegnative arrampicate in ambito europeo.



IL CORDOGLIO DEL CAPO DI STATO MAGGIORE DELL’ESECITO GENERALE c.a. SALVATORE FARINA

Roma, 11 luglio 2018. Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, appresa la triste notizia del decesso del Caporal Maggiore Scelto Maurizio Giordano, militare impegnato nella spedizione alpinistica in Pakistan, esprime sentimenti di solidale cordoglio ai familiari, a nome della Forza Armata e suo personale.

L’incidente mortale, avvenuto alle 06.00 (ora italiana) di questa mattina, è stato causato dal crollo di un seracco durante la fase di discesa da quota 7000mt al campo base situato a quota 5000mt. Il militare, 32 anni di Cuneo, era in forza al Centro Addestramento Alpino di Courmayeur (AO) e faceva parte della spedizione di 5 alpinisti impegnati nell’ascensione al Gasherbrum IV in Pakistan.

Il CMS Giordano aveva già affrontato con successo numerose ascensioni sulle Alpi e sulle Dolomiti, evidenziando in ogni circostanza grande professionalità e spirito di servizio.

L’Esercito ha immediatamente attivato le procedure per fornire tutto il supporto e il sostegno necessario alla famiglia del militare coinvolto, nella consapevolezza del momento di sconforto che stanno attraversando i parenti.

--