CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 29/10/2019

GLI ESPLORATORI DEL 183mo REGGIMENTO PARACADUTISTI NEMBO ALLA CAMBRIAN PATROL – GB

La Cambrian Patrol è considerata una delle competizioni militari più dure che ci siano. Nonostante ciò la pattuglia del Nembo non ha seguito una preparazione specifica, ma si è messa alla prova evidenziando, quella prontezza operativa che contraddistingue gli appartenenti alla Brigata Folgore e che all’insegna dell’unità, dello spirito di corpo e della resistenza fisica e mentale ha dato lustro all’Esercito Italiano in un contesto internazionale.



Pistoia, 29/10/2019 – Dal 14 al 18 ottobre 2019 la Brigata Folgore ha partecipato, con una squadra del plotone Esploratori del 183° Reggimento Paracadutisti Nembo, all’esercitazione internazionale Cambrian Patrol organizzata dall’esercito inglese e tenutasi in Galles presso il Comando della 160^ Brigata (Welsh) che ha utilizzato come area addestrativa la Brecon Beacon teatro di selezione e addestramento per lo Special Air Service (corpo di forze speciali dell’esercito britannico).

La “Cambrian”, che in questa edizione ha visto la partecipazione di circa 130 pattuglie appartenenti a diverse nazionalità, è uno degli eventi addestrativi di maggior rilievo per l’esercito inglese. In particolare è strutturata per accrescere le capacità delle squadre partecipanti e testarle durante un pattugliamento a lungo raggio: 70 km da percorrere in 36 ore con un equipaggiamento di circa 40 kg.

Oltre a cimentarsi nel vero e proprio pattugliamento i paracadutisti dell’Esercito Italiano hanno affrontato numerose prove: attraversamento di punti pericolosi e ostacoli naturali (corsi d’acqua), primo soccorso, comunicazioni radio, riconoscimento mezzi e materiali, riconoscimento di ordigni esplosivi improvvisati (Counter – Improvised Explosive Device), attraversamento di un campo minato, reazione a un attacco di tipo CBRN (Chimico, Biologico, Radioattivo e Nucleare), pianificazione speditiva e condotta di un attacco a postazioni nemiche, indicazione di obiettivi a favore dell’artiglieria, cattura e trattamento di prigionieri.