CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 19/10/2016

MUORE IN FLORIDA PER INCIDENTE DI LANCIO VINCOLATO DMYTRO ZINCHENKO PARACADUTISTA DELL’ANPDI DI RIMINI

PARMA-Dmytro Zinchenko, 49enne originario dell’Ucraina ma residente a Gambettola di Cesena da 16 anni è morto in Florida a Dunnellon, contea di Marion, il 14 Ottobre scorso, nel tardo pomeriggio, per un gravissimo incidente di lancio vincolato.
Partecipava ad una rievocazione che la stampa locale chiama “World War II military-style “parachute static line jump.”
Dmytro era un membro del consiglio direttivo ,come responsabile degli eventi, della European Parachutists Association.
Stava eseguendo alcuni lanci con fune di vincolo ( la foto lo ritrae in uno dei precedenti, ndr) con la assistenza di una associazione americana per brevetti militari, quando il paracadute di emergenza si è aperto vicino alla porta dell’aereo, mentre era in ginocchio e si stava avvicinando per lanciarsi. Trascinato violentemente contro i piani di coda,dove ha sbattuto la testa, deve essere deceduto sul colpo. Era a 380 metri e nbn c’è testimonianbza precisa circa la apertura completa della vela .Prima dell’incidente Zinchenko si era fermato per aiutare un paracadutista lento a uscire dalla porta. Dmytro era parte attiva della sezione Anpdi di Rimini, aveva alle spalle 147 lanci vincolati. Istruttore di paracadutismo, riservista delle aviotruppe ucraine, decorato come veterano della guerra sovietica in Afghanistan. Coinvolto in azioni di guerra dal 1985 al 1987 con i russi a Gardez, nella provincia di Paktia.
Il presidente della sezione di Rimini lo descrive come una persona leale, disponibile, attiva ed entusiasta.
Sotto: l’aereo, la sera dell’incidente, avvenuto alle 17.30

pilatus-zinchenko