EL ALAMEIN

Condividi:

Pubblicato il 11/07/2009

ZILLASTRO:FINE SETTIMANA ADDESTRATIIVO NEI LUOGHI DELLA BATTAGLIA

di Manuel Aquila

COSENZA- Nei giorni 27-28 Giugno 2009 i Paracadutisti della X Zona (Calabria-Sicilia) si sono ritrovati sull’ altopiano dello “Zillastro” in Aspromonte nel Comune di Oppido Mamertina.

Il luogo è tristemente noto per la battaglia dell’8 Settembre 1943 che vedeva 400 Paracadutisti del 185o rgt. Della Divisone Nembo contro 5000 uomini anglo-canadesi,entrambi ignari del fatto che l’armistizio era gia stato firmato dal Maresciallo Pietro Badoglio.

Appena arrivati sul posto,i Paracadutisti delle sezioni di Cosenza, Reggio Calabria e Catania capeggiati dai rispettivi presidenti Piero PREITE, Pino PERRONE e Tommaso DAIDONE, hanno issato il tricolore per l’alzabandiera.
Alcuni hanno costruito la zona bivacco x l’accampamento usando i teli tenda di ciascun parà,altri hanno provveduto a lavori di manutenzione del Monumento. Tutto ciò sempre con quell’orgoglio e quel modo di fare operativo che distingue da sempre i Paracadutisti.

Nel pomeriggio,dopo la pausa pranzo,i Paracadutisti hanno iniziato l’attività marciando daddestrativa apprima sulla strada e poi salendo per un tratto di montagna dove dopo una buona ora e mezza di cammino,hanno raggiunto la cima dove è stato possibile godersi uno spettacolo incredibile .

Un preparatissimo Pino Perrone ha informato il gruppo sulla storia e le carateristiche dei luoghi inerenti alla zona.

La sera,dopo l’ammaina bandiera, al calar della notte, tra il silenzio e l’oscurità di quel posto meraviglioso, dove la nebbia era scesa ed aveva preso il sopravvento, i paracadutisti,attorno al fuoco, hanno passato una eccezionale serata riscaldando i cuori di tutti i presenti, tra canti e cibo cotto sul posto , come si faceva in pattuglia .

Prima di andare a riposare,i paracadutisti,inquadrati in un unico blocco ,hanno onorato e rivolto il loro pensiero dinnanzi al monumento dei fratelli della divisione Nembo.

Per lunghi secondi abbiamo sentico che i fratelli della Nembo erano lì con noi.

La mattina i paracadutisti dopo l’alzabandiera e l’ammaina bandiera (anticipata per via dell’abbandono del posto) si sono recati su “Pietra K” per visitare lo spettacolare monolite.

Una vetta difficile e pericolosa che i paracadutisti decidono di scalare.
Sulla cima,uno spettacolo meraviglioso.

I Paracadutisi si sono salutati da Fratelli, con l’augurio di ritrovarsi tutti insieme a settembre per la vera e propria marcia.

/div>

Leggi anche