CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 19/05/2018

CAPORALMAGGIORE DEL NONO COL MOSCHIN “MEDIC OF THE YEAR” DELLE FORZE SPECIALI

forze-speciali
Il 1° Caporal Maggiore MT effettivo al 9° Reggimento “Col Moschin” incursori dell’Esercito, è stato insignito del titolo “Medic of the Year”, nell’ambito del “Combat Medic”.
Il “Combat Medic” si sviluppa in una serie di “interventi e manovre sanitarie effettuate in un contesto non permissivo e ad alta intensità operativa”.

In particolare, il Militare si è particolarmente distinto in Iraq nell’ambito dell’Operazione “Prima Parthica” presso il Casualty Collection Point (punto raccolta feriti) dove ha contribuito con brillante iniziativa ed estrema lucidità al trattamento sul campo ed in sala operatoria di circa 120 feriti delle Forze di Sicurezza irachene (Emergency Response Division) impegnate in duri combattimenti tesi alla liberazione dei territori occupati dalle forze del sedicente stato islamico. Inoltre il 1° Caporal Maggiore Turconi ha organizzato e condotto diversi incontri con la controparte statunitense per la realizzazione di un’infermeria supplementare e per il coordinamento delle attività di intervento a favore del personale gravemente ferito e in attesa di evacuazione sanitaria che hanno suscitato il plauso della comunità internazionale e irachena.

Cerimonia svolta in USA in contesto internazionale
La cerimonia di premiazione si è svolta ieri negli USA al SOMA 2018: Scientific Assembly (SOMSA) – Special Operations Medical Association, presso il Charlotte Convention Center – Charlotte NY, e ha testimoniato la bontà dell’operato del militare italiano che ha dato lustro all’Italia in un contesto internazionale.

Forze Speciali: assetto strategico
Il 1° Caporal Maggiore Turconi è un militare delle Forze Speciali che sono un assetto strategico per la tipologia degli obiettivi che riescono a conseguire e assumono una connotazione intrinsecamente inter-forze quale massima espressione dell’interoperabilità e dell’integrazione.

Immediato intervento per tutelare l’integrità sanitaria
La capacità professionale tesa a garantire l’immediato ed efficace intervento sanitario in operazioni militari complesse e in ambienti difficili dimostra come i partner della Comunità internazionale e le Forze Armate italiane siano particolarmente attente all’applicazione concreta delle misure di prevenzione e di cure per la tutela dell’integrità sanitaria di tutto il personale militare.

Le congratulazioni del Generale Graziano
Il Capo di Stato Maggiore della Difesa, il Generale Claudio Graziano, si è congratulato con il 1° Caporale Maggiore Turconi per l’illustre titolo conseguito che ha incrementato e consolidato la credibilità delle Forze Armate italiane in un contesto spiccatamente multinazionale, contribuendo al pieno raggiungimento di importanti ed ambiziosi traguardi.

Leggi anche