CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 27/07/2021

GLI STATI UNITI CESSERANNO LE MISSIONI DI COMBATTIMENTO IN IRAQ ENTRO IL 2021

Il presidente Usa, Joe Biden ha affermato in presenza del primo ministro iraqeno, che la missione di combattimento degli Stati Uniti in Iraq si concludera’ entro la fine del 2021.Le forze militari statunitensi “saranno disponibili per continuare a formare, assistere, aiutare e affrontare l’Isis”. La decisione non portera’ a una riduzione significativa del numero di truppe americane nel Paese ne’ modifichera’ sostanzialmente la loro missione. L’obiettivo del dispiegamento americano e’ stato a lungo di consulenza e addestramento delle truppe irachene, principalmente all’interno dei confini delle basi piu’ grandi. L’Esercito iracheno e’ stato sostenuto dalla potenza aerea americana nella lotta contro le cellule dei militanti dello Stato Islamico e i funzionari iracheni hanno segnalato che si aspettano che cio’ continui. In un incontro ieri sera con i giornalisti, il primo ministro Kadhimi ha affermato che il suo incontro con Biden ha dato una “spinta di legittimita'” alle relazioni dell’Iraq con Washington.

Il ministro degli Esteri iracheno, Fuad Hussein, ha dichiarato al Wall Street Journal: “Abbiamo bisogno di cooperazione nel campo dell’intelligence. Abbiamo bisogno di aiuto con l’addestramento. Abbiamo bisogno di truppe che ci aiutino in aria”. Una coalizione guidata dagli Stati Uniti era entrata in Iraq nel 2003 per rimuovere Saddam Hussein dal potere ma poi ha dovuto fare i conti con gli insorti sunniti e le milizie sostenute dall’Iran.

Leggi anche