OPINIONI

Condividi:

Pubblicato il 23/02/2019

PIU’ IMBECILLE CHE RAZZISTA . PURE IN BUONA COMPAGNIA

Corrado Corradi

Ma c’é bisogno di scomodare il pericolo del razzismo e la paura del confronto col diverso?

La realtà é molto piu’ semplice: quel maestro elementare che ha messo in un angolo dell’aula un bimbo negro invitando gli altri bimbi a guardare quanto fosse brutto, é un imbecille e gli italiani non sono razzisti.
Non ci vuole molto a capire una realtà cosi’ fattuale che piu’ fattuale non si puo’.

Ma fattuale é anche un’altra realtà: quel poco (sia sul piano numerico che su quello delle idee) di opposizione presente in Italia, si aggrappa a tutto pur di dire «oh, ci sono anch’io», ad esempio ci sta a fare la figura pirlesca pur di gridare al pericolo razzista salvo poi scoprire che l’uovo lanciato alla campionessa negra Oshegale era stato lanciato dal figlio di un esponente del PD, ma peggio ancora é disposta a svendere la Patria tifando per la bancarotta e lo spread pur di sperare di far cadere questo governo a loro tanto inviso perché al governo non ci sono loro. E che dire di quell’altro imbecille, esponente dell’opposizione il quale, coram populo, si augurava che morisse un bambino sulla Diciotti per colpa della politica di Salvini?
L’impressione é che quel maestro piu’ imbecille che razzista, sia in buona compagnia.