Stampa

CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

PARMA- Turisti e appassionati di molte nazioni visitano le coste a nord della Francia per celebrare il "D DAY" , il "giorno più lungo", lo sbarco in Normandia. Abbiamo notizia di molti italiani che sono andati a celebrare la giornata in Francia e che si vestiranno da soldati americani. Qualcuno , prima del COVID , ha attraversato l'Europa con un carrello al traino sul quale… continua a leggere
Pisa. Parlando di Covid 19 e di vaccinim Camp Darby ha raggiunto l'immunità di gregge. Il 75% di militari americani e del personale civile italiano ha accettato di vaccinarsi con le dosi di vaccino mopnodose Johnson e Johnson messe a disposzione del governo americano. Grazie alla convenzione stipulata tra dipartimento della Salute degli Stati Uniti, Regione Toscana e Asl nord-ovest, 135 italiani si sono sottoposti… continua a leggere
LIVORNO- La assemblea dei sindacati USB del porto aveva all'ingresso uno striscione con scritto "Porti chiusi alle armi, aperti ai migranti" . Sindacati livornesi e Collettivo autonomo lavoratori portuali di Genova, rifiutano il passaggio delle armi nei porti.«Con la presenza della base americana di Camp Darby così vicino - queste le argomentazioni di Giovanni Ceraolo, dirigente Usb - il porto di Livorno conosce spesso il… continua a leggere
In Normandia c'erano molti italiani, il 6 giugno del 1944. Si trattava di arruolati nella Repubblica Sociale Italiana, tra cui Fanti di Marina e arruolati nei ranghi delle SS Italiane. Diversi erano nei reparti tedeschi della difesa antiaerea Flak (Flugzeug Abwehr Kanone) provenienti dai disciolti reparti di artiglieria del Regio Esercito e della antiaerea italiana Dicat. Il Battaglione "Trento" , penne nere, prigionieri di guerra… continua a leggere
PARMA- Tra i molti italiani che combatterono a fianco dei tedeschi in Normandia contro le forze alleate ci fu anche un certo Walter Annichiarico, che dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943 si arruolò nell'esercito della Repubblica Sociale Italiana. Il soldato, descritto come un compagnone, dalla battuta pronta anche nei momenti più difficili, avrebbe raggiunto la fama in seguito, come attore, con il nome di Walter Chiari… continua a leggere
PARMA-Alle prime luci dell’alba del 6 Giugno 1944, una flotta alleata di circa 7.000 navi comprendente 4.000 mezzi da sbarco con 176.000 uomini, dopo aver attraversato la Manica, si riversò a ridosso delle spiagge della Normandia, portando a compimento l’operazione Overlord, l’invasione dell’Europa occidentale occupata dai Nazisti quattro anni prima. I Tedeschi sapevano che qualsiasi piano teso alla sconfitta della Germania avrebbe previsto un’invasione per… continua a leggere
LECCO - La gradinata dello stadio di Lecco ,stamane , era gremita di paracadutisti che hanno salutato per l'ultima volta Carlo Murelli, Leone della Folgore di El Alamein. Era un punto di riferimento, silenzioso e credibile, per l'ANPDI e per tutti noi. Umile,defilato,lucido, cordiale, sorridente, saggio, disponibile, in buona salute fino a poco prima di lasciarci. Il suo volto scolpito dalla vita e le sue… continua a leggere
Lo scorso 28 maggio si è svolta, presso il Comando Aeroporto “U. Niutta” di Napoli-Capodichino, una sessione di prove per il conseguimento del Deutsches Sportabzeichen-DSA, il prestigioso Brevetto Sportivo Tedesco. Il Colonnello Pilota Vittorio Vicari, Comandante l’Aeroporto Militare di Napoli, ha chiesto ed ottenuto dall’UNUCI di Gallarate, per la prima volta a Capodichino, di poter organizzare una sessione di prove alla presenza del Prüfer valutatore/certificatore… continua a leggere
Una compagnia di paracadutisti della 173ma Airborne che ha sede a Vicenza è stata lanciata in Bulgaria durante la operazione SWIFT RESPOBNSE 2021. Avevano il compito di effettuare un colpo di mano per prendere il controllo dell'aereoporto di Cheshnegirovo. Una squadra è entrata per errore in una fabbrica di sistemi per biocarburanti adiacente all'aeroporto . Scavalcato il muro di cinta hanno puntato le armi (caricate… continua a leggere
Cieli Blu” così salutano i paracadutisti quando qualche loro collega viene a mancare. Il tenente colonnello Raffaello Pedone, 69 anni, era un parà con la P maiuscola, aveva esplorato tutti gli aspetti del volo sia con il paracadute che con i vari mezzi ad ala e ad elica, il cielo era la sua dimensione e vogliamo sperare che li sia tornato. “Lello” aveva nel modo… continua a leggere